Quale Defibrillatore Impiantare?

I Defibrillatori Impiantabili si distinguono in :

· Defibrillatore Monocamerale
· Defibrillatore Bicamerale
· Defibrillatore Biventricolare

Tutti i defibrillatori oltre ad erogare shock in caso di eventi aritmici, prevedono anche la possibilità di una terapia alternativa, definita “painless”, per il trattamento delle tachicardie ventricolari. Tale terapia aggiuntiva consiste nella possibilità di erogare un pacingantitachicardico, che consiste in una stimolazione  in ventricolo destro ad un frequenza superiore a quella della tachicardia, con l’obiettivo di interrompe il circuito che la sostiene. L’Erogazione di un gruppo di ATP prima della scarica, consente la possibilità di ottenere la cessazione dell’aritmia in maniera indolore per il paziente, evitando l’intervento di una scarica.

ICD monocamerale VR -criteri preferenziali- :

L’Impianto di un defibrillatore monocamerale prevede il posizionamento del solo elettrocatetere da defibrillazione che va collocato in ventricolo destro.

Tipicamente hanno indicazione ad impianto di defibrillatore Monocamerale i pazienti con fibrillazione atriale cronica o che impiantano un dispositivo in prevenzione primaria e che non necessitano di pacing. In questi pazienti viene programmata una frequenza di stimolazione minima molto bassa per minimizzare l’intervento del pacemaker.


ICD bicamerale DR -criteri preferenziali- :

L’Impianto di un defibrillatore monocamerale prevede il posizionamento dell’elettracatetere da defibrillazione  in ventricolo destro e di un catetere da pacemaker in atrio destro.

I pazienti che possono giovarsi di tale dispositivo sono:
1. Pazienti in ritmo sinusale con indicazione al pacingantibradicardico.
2. Prevenzione con storia di tachicardie ventricolari.
3. Pazienti con storia di fibrillazione atriale o a rischiodi fibrillazione atriale.
Negli ICD bicamerali la programmazione deve tendere a favorire la conduzione atrioventricolare spontanea programmando un intervallo AV lungo o attivando algoritmi che la facilitino.


ICD biventricolare CRT-D  -criteri preferenziali- :

In tale impianto oltre al posizionamento dei cateteri nella parte destra del cuore, va aggiunto un terzo elettrocatetere sulla porzione sinistra del cuore attraverso il seno coronarico.

I pazienti con indicazione ad impianto di defibrillatore in prevenzione primaria e con QRS largo, tipicamente legato alla presenza di un Blocco della Branca Sinistra (BBS), possono giovarsi di un dispositivo di resincronizzazione. Attualmente sono considerati idonei all’impianto di dispositivo biventricolare anche i pazienti con indicazione alla stimolazione permanente:

·         Con fibrillazione atriale a bassa riposta ventricolare.
·        
Ritmo sinusale con presenza di blocchi atrioventricolari.

Nota Bene:

1) La programmazione standard prevede l’attivazione di terapie di pacingantitachicardicocome primo trattamento delle tachicardie ventricolari. Nel caso in cui il paziente non abbia mai avuto eventi, si utilizzano degli schemi predefiniti, salvo poi modificarli nei successivi follow-up sulla base dei dati memorizzati dal dispositivo.

2) Nei pazienti particolarmente giovani o con frazione di eiezione conservata si può effettuare una programmazione con un’unica zona di intervento (shock only) per il trattamento della fibrillazione ventricolare.

3)  Attivare le terapie atriali (ATP e/o shock), quando disponibili, su valutazione individuale del paziente in base alla sua storia clinica.

Scompenso Cardiaco e Aritmie